domenica 16 marzo 2008

The Bourne Ultimatum


Capitolo conclusivo (?) della saga dello smemorato agente CIA Jason Bourne (Matt Damon). Nel finale del film precedente il protagonista, ferito, si spostava da Mosca a New York. In questo film, i 2/3 dell’azione raccontano ciò che è avvenuto in questo lasso di tempo, partendo proprio da Mosca: il Nostro è alla raccolta degli ultimi pezzi di memoria utili alla ricostruzione del proprio passato. Inizialmente – a Londra – è aiutato da un giornalista inglese del Guardian, poi – passando per Madrid e Tangeri – si fa beffe dello “zoccolo duro” della CIA, il progetto Blackbriar, guidato da Noah Vosen (David Strathairn, Oscar per Good Night And Good Luck), fino a giungere a New York per capire davvero perché è divenuto una macchina per uccidere. Lungo il percorso si farà aiutare da due donne: l’agente Nicky Parsons (Julia Stiles) e dalla tenace Pamela Landy (Joan Allen), suo “angelo custode” già in passato.
Paul Greengrass (Bloody Sunday), già autore del precedente The Bourne Ultimatum, incrementa il ritmo narrativo e riduce al minimo i dialoghi, supponendo che lo spettatore già sappia il necessario su trama e personaggi, puntando tutto su una spettacolarità che è figlia della virtuosistica fotografia di Oliver Wood e del montaggio mozzafiato di Christopher Rouse. Eccezionalmente trascinante la colonna sonora di John Powell (Face Off), perfettamente in sintonia con le immagini. Un film molto europeo (regista britannico, location autentiche) ed americano allo stesso tempo: gran parte del merito circa le scene d’inseguimento è dovuto a Dan Bradley, regista della seconda unità.
Quasi un esempio di “cinema puro” postmoderno. 3 Oscar: montaggio, suono, effetti sonori.

CRITICA: ***

VISIONE CONSIGLIATA: I

14 commenti:

  1. Concordo pienamente, un gran bel filmetto d'azione!!!

    RispondiElimina
  2. credo di essere l'unica al mondo a non aver mai visto nessuno dei tre...

    RispondiElimina
  3. X Ale55andra: un film che proprio non delude :)


    X Mizza: Fortunatamente esistono DVD, DivX, no? ;)


    Ti consiglio di vederli: sembra strano, ma è una trilogia che è migliorata col tempo!


    Bye!

    RispondiElimina
  4. Una delle migliori trilogie d'azione a mio avviso!

    RispondiElimina
  5. Da vedere, certamente, e poi c'è Matt Damon..

    RispondiElimina
  6. Sì, da vedere (e da sentire)...


    E poi credo che al pubblico femminile Damon sia generalmente gradito...


    Ciao!

    RispondiElimina
  7. Vidi il primo dei tre e mi piacque. Dovrò decidermi a vedere anche gli altri due.

    RispondiElimina
  8. Giovanni, ti stupirò ma io lo trovo davvero inguardabile fisicamente Damon!!!

    RispondiElimina
  9. X CinemaSema: Il primo capitolo ha un taglio diverso dai due sequels: è un po' più disteso e introspettivo, o almeno dà l'impressione di esserlo.


    I due seguiti sono stilisticamente diversi (vedi subito come cambiano fotografia e montaggio) e direi anche superiori: fammi sapere a tempo debito ;)


    X Ale55andra: OK, mi stupisci ma a metà: col tempo mi sono reso conto che le ragazze hanno gusti personalissimi e spesso lontani dagli stereotipi... non posso che apprezzarvi ancor di più per questo ;)


    Bye!

    RispondiElimina
  10. CinemaSuperga19 marzo 2008 17:21

    GRANDISSIMO FILM

    RispondiElimina
  11. Sì, un film "da manuale" nel suo genere :)


    Ciao, e grazie per la visita!

    RispondiElimina
  12. Non è il mio preferito della saga, ma pur sempre ottimo cinema d'intrattenimento!

    RispondiElimina
  13. Sì, davvero ben fatto :)


    Bye!


    PS: ma qual è il tuo preferito? ;)

    RispondiElimina