sabato 28 marzo 2009

Hitch - Lui sì che capisce le donne

Chi è “Dottor Rimorchio”? A New York tutti ne parlano, c’è persino chi, relegandolo a urban myth (“mito metropolitano”), non crede nella sua esistenza. In realtà il suddetto esiste ed è Alex Hitchens, meglio noto come “Hitch” (un sornione Will Smith), il quale aiuta gli uomini innamorati ma imbranati a conquistare la loro ‘distratta’ amata. L’amore vero è il suo pane quotidiano: non tollera chi si fa vivo per “una botta e via”… Ma la sua remunerativa attività rischia grosso nel momento in cui egli stesso si innamora per la seconda volta (la prima, nel 1988, gli fece capire quanto una delusione possa essere “altamente istruttiva”) di una giornalista mondana (Eva Mendes), la quale tiene d’occhio un suo goffo cliente (Kevin James, memorabile), commercialista innamorato alla follia della famosa ereditiera Allegra Cole (Amber Valletta, top model prestata al cinema).
Briosa – i primi 25 minuti, poi, sono formidabili – commedia sentimentale girata a New York in svariate e rigorosamente autentiche location (spiccano gli Sky Studios ed il museo di Ellis Island), impregnata di garbo (ma con qualche concessione alla farsa slapstick) e di affetto per i personaggi. La sceneggiatura dell’esordiente Kevin Bisch – che si è rifatto alle proprie disavventure sentimentali – è assai abile nel mescolare le carte, lasciando che i personaggi si incontrino e scontrino senza che si abbia quella fastidiosa sensazione di pretestuosità che imperversa in fin troppe commedie recenti. Co-prodotta dallo stesso Will Smith con la sua Overbrook, la divertente pellicola fa riflettere sulla natura dei rapporti uomo-donna e sull’apparente superficialità di molti dettagli, veri responsabili del successo che si può eventualmente riscuotere in ambito sentimentale. Più di una battuta è degna di nota, specialmente quella detta da Hitch nel finale, esemplare e veritiera. La confezione del film è indubbiamente elegante, grazie alla delicata fotografia di Andrew Dunn e alle musiche di George Fenton. Finalmente una commedia romantica che, a dispetto del tema, si può vedere con la famiglia al completo, senza che ci si imbatta in gratuite ed imbarazzanti volgarità. Non a caso è stata ben ripagata al botteghino, sia qui che in madrepatria, con incassi a dir poco lusinghieri. Al momento, il miglior film di Andy Tennant (Anna And The King).

CRITICA: ***

VISIONE CONSIGLIATA: T

19 commenti:

  1. Bah, io lo trovai un pò scialbetto, colpa soprattutto dei personaggi femminili devo dire. Comunque una commedia leggera che si fa guardare tranquillamente in effetti.

    RispondiElimina
  2. Attenzione a non confondere il termine "leggero" con "superficiale": non sono la stessa cosa ;)



    HITCH è leggero ma non è superficiale, così come lo è -anche se è una commedia del tutto diversa- SIDEWAYS.



    Quanto ai personaggi femminili, quel che dici è parzialmente vero (vale per tutti tranne che la Mendes), anche perchè la sceneggiatura focalizza a propria attenzione su Hitch e -in generale- sui maschi. E uno dei pregi del film risiede nel continuo invito che viene fatto ad essi a rispettare le donne, anche col solo sguardo.



    In definitiva, un ottimo esempio di cinema medio. ;)



    Bye!

    RispondiElimina
  3. Da rivalutare quindi...Pensavo alla solita commediola facile, grazie dell'avviso..

    Gegio

    Il link al questionario più recente del Torneo dei film:

    http://spreadsheets.google.com/viewform?formkey=cDhtazMwUm1KaUEybnZ6d05qdTQzV0E6MA..

    RispondiElimina
  4. valentinaariete30 marzo 2009 15:19

    "Faccio la pizza!"



    il momento più alto del film!!!



    Sì caruccio, ma per me il merito è tutto di Will Smith.

    Da segnalare che la Mendes da questo film in poi non ha sbagliato un colpo!

    RispondiElimina
  5. bello il blog

    il mio, da poco sul web, parla d'animazione

    se vuoi puoi darci un'occhiata

    ciao

    RispondiElimina
  6. valentinaariete31 marzo 2009 18:10

    Sul mio blog ti ho invitato ad un gioco-catena. Dagli un'occhiata.



    Baci!

    RispondiElimina
  7. X Gegio: guardando HITCH passerai 2 ore di assoluto relax, non privo di -però- di gradevoli e intelligenti spunti...



    Quanto al torneo, passo al più presto ;)



    X Valentina: ricordo bene quel passaggio, 'tra pizza e cotton fioc' ;)



    Io, per motivi 'genetici', sono sulla linea di HITCH: "la mia politica è non ballare"... ;)



    Devo dire che la New York del film è particolarmente romantica... sarebbe fantastico essere lì in primavera con la persona amata!



    Quanto a Smith, si conferma attore particolamente versatile e simpatico. La Mendes si fa rispettare.



    X Vision: OK, benvenuta/o nella blogosfera! Ci si vede very soon... ;)



    X Valentina #2: Sì, l'ho letto giusto qualche minuto prima che tu postassi il commento/avviso sul mio blog. Provvedo al più presto a confessare i miei peccati...



    Un saluto a tutti! Grazie, a presto! :)

    RispondiElimina
  8. Bel film, non una delle migliori commedie di sempre ma si ride, la prima parte è stupenda, Kevin James è troppo esilarante, per me supera di un gradino anche Will Smith, i siparietti tra i due sono unici, stupenda la scena della penna con Hitch che da nascosto dà istruzioni a lui per far colpo sulla Mendes, o quando Kevin James si mette a ballare come un matto e Will Smith arriva e gli dà due schiaffoni in faccia! Ma di scene spettacolari ce ne sono tantissime, la seconda metà del film si perde troppo in mielosità ed è meno divertente, comunque buon film.

    RispondiElimina
  9. Non è un capolavoro, ma di certo una delle commedie migliori degli ultimi anni.



    Forse hai ragione su James, davvero grande -in tutti i sensi- in quel ruolo! Attendiamo altre sue performance non inferiori a questa!



    Come dici tu, i passaggi memorabili sono svariati... peccato solo per l'ultimo terzo di film, inevitabilmente meno spassoso degli altri due. Comunque, le immagini che precedono i titoli di coda le trovo un vero spasso! ;)



    Non lo nego: HITCH è un film che riesce sempre a farmi sorridere! :)



    A presto! ^^

    RispondiElimina
  10. Film che ho apprezzato moltissimo, in quanto riesce a far ridere senza scadere nella volgarità. Ottimi gli attori.



    Bel blog complimenti ti aggiungo fra i miei link.



    Saluti.

    RispondiElimina
  11. HITCH è un film particolarmente gradevole... 'primaverile' direi :)



    Ti ringrazio per i complimenti! Ti linko subito! Ci vediamo al più presto sulle nostre pagine!



    Bye ^^

    RispondiElimina
  12. Con i miei cordiali saluti anche tanti auguri di





    RispondiElimina
  13. Grazie mille! Anche a te! Ci vediamo molto, molto presto... ;)



    Bye!

    RispondiElimina
  14. hitch bellissima commedia con kevin james e will smith perfetti!!!ascoltate ragazzi io volevo sapere come si intitola la canzone ke parte nei titoli di coda quando si sposa albert con allegra e iniziano a ballare...non è ooh wee...grazie anticipatamente!

    RispondiElimina
  15. La colonna sonora del film è decisamente azzeccata, adatta allo 'scenario urbano' del film :)



    Il brano dei titoli di coda è "Now That We Found Love" di Heavy D & The Boyz: chiude il film molto bene ;)



    Qui intanto trovi tutti i brani della soundtrack: http://filmup.leonardo.it/soundtrack/sc/hitch.htm



    Grazie per la visita! A presto!!

    RispondiElimina
  16. grazie mille!!!

    comunque hitch io me lo guardo almeno una volta al mese perchè è talmente piacevole che ti fa passare 2 ore senza manco accorgertene!!

    io trovo che kevin james in questo ruolo sia geniale...non so voi ma le scene in cui balla sono stupende per non parlare di quando è al telefono con allegra e deve fissare l'appuntamento e fa disastri su disastri!!!ahahahahaah

    sinceramente non trovo neanche un difetto in questo film

    RispondiElimina
  17. a questo proposito mi viene da chiedervi quale altra commedia tipo Hitch mi consigliate...dato che sono un appasionato del genere!

    RispondiElimina
  18. Kevin James è assolutamente memorabile nei panni di Albert Brennaman!



    La scena della telefonata è da antologia, con lui che compone il numero... poi, agitato, ci ripensa e passa la cornetta a Will Smith dicendo "Dì che non ci sono!" e lui che gli replica "La chiami per dirle che non ci sei?!" :D



    Può sembrare a molti un film scontato, ma nel suo essere una commedia americana mainstream, ha molti pregi :)



    E' un film che, quando capita, rivedo anch'io sempre con molto piacere ^^



    Di commedie brillanti recenti ti consiglio "500 giorni insieme", "Sideways" ed "Anything Else": non perderle assolutamente!



    Byez!

    RispondiElimina
  19. Dimenticavo: nelle sale c'è "Il truffacuori", che dicono non sia affatto male.



    Dovrebbe esser quasi l'opposto "Hitch", dato che il protagonista è specializzato nel far scoppiare le coppie ;)

    RispondiElimina